La cattedrale di Santa Margherita

cattedrale di santa margherita

La cattedrale di Santa Margherita, intitolata alla patrona di Montefiascone, è una delle chiese più importanti della provincia. Grazie ai suoi 27 metri di diametro, è undicesima nella lista delle cupole più grandi d’Italia. La cattedrale venne costruita quando papa Urbano V istituì la diocesi di Montefiascone; la chiesa, essendo la più centrale e la più frequentata, fu scelta per essere elevata a ruolo di cattedrale. Essa si suddivide in due parti: la cattedrale e la cripta sottostante. La costruzione della cripta fino al tamburo può essere collocata tra il ‘400 e il ‘500, ad opera dell'architetto veronese Michele Sammicheli con la probabile collaborazione di Antonio da Sangallo detto il Giovane. Venne ideato un edificio a due livelli con la chiesa inferiore, dove oggi sono ospitate le reliquie di Santa Lucia Filippini e le spoglie del Cardinale Marco Antonio Barbarigo, e la chiesa superiore sempre progettata dal Sammicheli. Le torri campanarie e la facciata furono progettate dell'architetto Paolo Gazola e realizzate in modo molto semplice: gli elementi di decorazione sono le statue di San Flaviano e di Santa Margherita, patroni di Montefiascone, e un timpano classico, sorretto da colonne ioniche e sormontate dallo stemma del cardinal Macchi.